Biscotti tirolesi

22 febbraio 2014

49tirolesi'I libri di cucina che, in giovinezza, mi hanno dato una mano a imparare qualcosa sui dolci sono essenzialmente due: Dolci per ogni occasione di Fernanda Gosetti (e scusate se è poco), ma anche il manuale Cameo I dolci si fanno così attualmente scaricabile in pdf, in una edizione un po’ più recente della mia, dal sito Paneangeli.
I dolci del manuale Cameo li ho fatti quasi tutti almeno una volta, ma negli anni alcune ricette hanno avuto più successo.
I biscotti tirolesi sono una di quelle fatte e rifatte.
Queste faccine aliene a bocca aperta sono facilissime e piacciono a tutti.
In questa foto ho usato una marmellata fatta coi “cagnetti” di un selvatico che ha cacciato da un prunus morto nel nostro giardino. Sono frutti non molto aspri, un sapore a metà fra la mela e la prugna. E il colore rimane molto brillante.

Ingredienti:
Pasta:

  • 250 g di farina 00
  • 6 g di lievito in polvere (2 cucchiaini de tè rasi)
  • 100 g di zucchero
  • una bustina di zucchero vanillinato (siccome non so da quanto sia metto solo la vanillina e fa così pure Paneangeli)
  • un pizzico di sale
  • la buccia grattugiata di un limone
  • 125 g di burro
  • un uovo

Ripieno:

  • 3 cucchiai da tavola di marmellata rossa

Per cospargere:

  • zucchero a velo

Setacciate farina, lievito e vanillina in una terrina larga e bassa.
Aggiungete il burro freddo a pezzettini e lavorate velocemente per ottenere una specie di sabbia.
Praticate al centro una buca e mettetevi zucchero, limone, sale e uovo.
Con parte della farina formate un impasto denso.
Comprimete poi il tutto fino ad ottenere un blocco.
Impastatelo brevemente per ottenere una pasta liscia.
Fatela riposare in frigo mezz’ora nella plastica.

Stendete la pasta a sfoglia sottile (2 mm) e con uno stampino da 8 mm ritagliate dei dischetti.
In metà di questi dischetti praticate 3 forellini. Io uso un ditale.
Disponete i dischi non troppo vicini sulla lastra del forno.
Infornate nella parte alta del forno preriscaldato a 200°C per 12-15 minuti.
Dopo la cottura spalmate con marmellata il lato inferiore dei dischi non forati, sovrapponete gli altri e cospargete di zucchero a velo.

Note:
Per la presenza della marmellata durano meno a lungo dei comuni biscotti di pastafrolla.

Annunci

Un pensiero su “Biscotti tirolesi

  1. Pingback: Marmellata di zucchine | Grembiule da cucina

I commenti sono chiusi.