Frittata di funghi chiodini

27 settembre 2014

374frittata-chiodini'La frittata di chiodini è un ricordo dell’infanzia.
Nessuno in casa aveva mai mangiato funghi, almeno non prima che arrivasse sposa la zia Carla.
Di lei ho dei ricordi vivissimi, anche se ero davvero piccolissima.
I funghi, che venivano raccolti dove c’era stata una vigna ormai eradicata.
Certe pere che faceva crescere direttamente dentro alle bottiglie fissate sui rami.
Le buste del budino S. Martino, che gonfiava e faceva scoppiare e noi bambini ci buttavamo a terra sbellicandoci dalle risate.
Comunque la frittata di chiodini credo fosse una roba sua.

Ingredienti:

  • una scodella di chiodini già mondati e sbiancati (sbollentati in acqua e aceto)
  • quattro uova
  • aglio
  • prezzemolo
  • olio evo
  • sale, pepe

A dire la verità ai tempi della mia infanzia l’olio d’oliva non lo usava nessuno. Si andava al mulino a prendere l’olio di semi di vinacciolo.

Tritate i funghi e rosolateli in padella con olio e aglio.
Salate, pepate e cospargete di prezzemolo.
Togliete l’aglio e unite le uova leggermente sbattute.
Quando le uova avranno preso temperatura, incoperchiate e fate cuocere finchè il composto non sarà rappreso.
Girate con l’aiuto di un piatto o del coperchio e fate cuocere dall’altro lato.

Servitela calda, ma come tutte le frittate è buona anche fredda, magari con una spruzzata di aceto balsamico.

Annunci

10 pensieri su “Frittata di funghi chiodini

I commenti sono chiusi.