Tortelli di zucca

21 dicembre 2014

543tortelli-zucca'Preciso che in casa mia chiamiamo tortelli i cappellacci.
Si fanno così con qualsiasi ripieno.
Non lo faccio solo io, lo faceva mia mamma, lo fa la mia bravissima zia Carla.
Così usava in casa Carnevali.
C’è un vecchio modo di dire: “Nustran come di turtè ed sòcà”, di persona semplice, al limite della stupidità.
Ma i tortelli di zucca non sono poi così stupidi.
Intanto perchè il gusto semidolce non è assolutamente comune nella nostra cucina e, anche se nel reggiano non si usa la mostarda nè il limone, il risultato è un piatto che, non fossimo abituati a mangiarlo fin dalla più tenera età, risulterebbe, a dir poco, strano!
Piatto cardine della sera dell vigilia di Natale, si mangiavano fino a S. Paolo (6 febbraio), data oltre la quale le zucche non sono più buone.
Come tutti i piatti tipici, ogni famiglia ha le proprie varianti.
Questa è la nostra ricetta.

Ingredienti per 40 tortelli:

Per la pasta:

Per il ripieno:

  • una bella fetta di zucca cotta al forno oppure a vapore
  • 2 cucchiai di pangrattato
  • 2 cucchiai di parmigiano-reggiano grattugiato
  • 4 amaretti secchi
  • una grattata di noce moscata
  • sale

Per condire:

  • burro
  • parmigiano-reggiano grattugiato
  • salvia
  • aglio

Preparate la pasta. Io impasto nella planetaria, ma se non si fanno male i polsi, impastate sulla spianatoia.
In ogni caso, lavorate l’impasto per una decina di minuti, finchè non sarà liscio ed elastico. Se le uova sono grandi, la quantità di farina sarà un poco maggiore.
Fatela riposare sotto una pentoletta di plastica.

Intanto preparate il ripieno.
Eliminate la buccia della zucca e schiacciate la polpa in una terrina.
Unite il pangrattato, il parmigiano-reggiano, gli amaretti polverizzati, sale e noce moscata.

Stendete la pasta in sfoglie sottili.
Ricavate dei quadrati su cui poserete il ripieno, usando due cucchiaini.
Se usate la sfogliatrice, la striscia che si ricava andrà divisa a metà.
Chiudete ogni quadrato a triangolo, quindi unite i due capi, dando la classica forma a cappello.
Cuocete i cappellacci in acqua bollente salata.

Intanto fate fondere il burro e aromatizzatelo con le foglie di salvia tagliate con le forbici e spicchi di aglio schiacciato.

Quando i tortelli saranni cotti (bisogna assaggiarli per valutare la cottura della pasta), sollevateli, pochi alla volta, con la schiumarola e conditeli a strati con burro aromatizzato e parmigiano-reggiano.

544tortelli-zucca'544tortelli-zucca3'

Annunci

8 pensieri su “Tortelli di zucca

I commenti sono chiusi.