Gnocchi di patate al ragù

31 gennaio 2015

620gnocchi-ragu'Gli gnocchi di patate mi piacciono tantissimo, mi piacciono anche quelli industriali, che mangiavo in mensa, un po’ elastici.
Il coniuge li odia, come del resto tutti i primi semplici o elaborati, tradizionali o innovativi.
Quello che mi lascia perplessa è che a volte si dilunga in tirate a proposito di chi non ama la carne o la verdura: “Ma come si fa a dire non mi piace, c’è una varietà infinita di sapori, di consistenze, di colori!”.
Mi spiegasse come si fa a dire “Non mi piacciono i primi”.
Non c’è forse una varietà infinita di sapori, di consistenze, di colori?
Comunque anche gli gnocchi finiscono nel calderone. Magari, se ne avanza un pochino, se li mangia a colazione asserendo che ci fa il piacere di finirli!

Quelli che ho preparato questa volta sono conditi con un ragù di sola salsiccia.
Li abbiamo mangiati tutti, per colazione c’è rimasto del radicchio.
E’ difficile dare una ricetta precisa per gli gnocchi. Tutto dipende dalle patate e dalla qualità della farina. Se assorbe bene il liquido ne basterà un po’ meno.
Se da bambini non avete mia fatto gli gnocchi con vostra mamma, bisogna provare, per conoscere la consistenza, come per la sfoglia.

Ingredienti approssimativi:

Per condire:

Lessate le patate con la buccia, partendo da acqua fredda.
Quando saranno cotte e si trapasseranno con la forchetta senza opporre nessuna resistenza, scolatele e sbucciatele ancora bollenti.
Sciacciatele da calde con lo schiacciapatate direttamente sul tagliere o in una terrina larga, adatta per impastare.
Condite con un pizzicone di sale e una grattata di noce moscata e cominciate ad aggiungere la farina, mescolando con la forchetta.
Quando il composto si sarà intiepidito, unite l’uovo, continuate a impastare aggiungendo farina fino ad ottenere un composto morbido ma lavorabile.

Lavorando sempre in mezzo alla farina, formate dei bastoncini, tagliateli a tocchetti e passateli sui rebbi di una forchetta dando la classica forma.
Se non li cuocete subito copriteli con un canovaccio ben infarinato.

Fate bollire abbondante acqua, salatela e unite 2 cucchiai di olio.
Buttate gli gnocchi e scolateli con la schiumarola o una retina per il fritto, man mano che vengono a galla.
Io li condisco a strati, per non romperli, in questo caso con ragù e abbondante parmigiano-reggiano.

620gnocchi-ariani'

Annunci

19 pensieri su “Gnocchi di patate al ragù

      1. Grembiule da cucina Autore articolo

        Se le patate sono adatte, l’uovo è superfluo, aiuta se l’impasto è un po’ gelatinoso. Non vorrei mai che mi si disfacessero nella pentola costringendomi a una minestra di patate!

        Mi piace

  1. natadolce

    E’ proprio vero, per riuscire a preparare gli gnocchi, si deve provare: mia madre mi ha sempre detto “serve tanta farina quanta ne prendono le patate” ed effettivamente l’ho capito solo dopo averci provato. Ho fatto tante prove a dir la verità, prima di riuscire a ottenere buoni risultati!!!
    L’uovo neanch’io lo metto sempre: per esempio, li ho fatti la settimana scorsa senza uovo e sono venuti ottimi!

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...