Crostata after-eight con confettura di mele

21 settembre 2015

824torta-ciocc-mele-menta-fetta'La prima prova per l’utilizzo della mia composta di mele all’aroma di menta è andata bene.
Ho segiuto il consiglio di chi mi proponeva di usarla per una crostata non troppo dolce.
Per la pasta mi sono ispirata a quella condivisa da altri blog, apportando qualche modifica.
Il risultato è stato un dolce dal gusto fresco ed originale.

Ingredienti:

Io ho impastato nella planetaria ed è venuta molto bene.
Versate in una ciotola la farina con il cacao setacciato.
Unite il burro freddo a pezzettini, il latte, lo zucchero a velo, l’aceto e un pizzico di sale.
Impastate velocemente ottenendo delle briciole che diventeranno subito una palla.
Compattate e fate riposare in frigo avvolta nella pellicola.

Fate fondere il cioccolato spezzettato con un cucchiaio di latte.
Imburrate e infarinate uno stampo del diametro di 24 cm.

Riprendete la pasta e dividetela a metà.
Stendete la prima metà su un foglio di carta forno ottenendo un disco. Ritagliatelo, con l’aiuto di un coperchio o della stessa tortiera, della misura dello stampo.
Sempre lasciandolo sulla carta trasferitelo in frigo.

Stendete la restante pasta e foderate il fondo della tortiera formando anche un bordino.
Spalmate il fondo della torta con il cioccolato fuso, quindi mettete la composta di mele in uno strato sottile.
Coprite col coperchio di pasta che avevate messo in frigo e sigillate bene i bordi.
Pennellate con un cucchiaio di latte e cospargete con una cucchiaiata di zucchero semolato.

Fate cuocere in forno preriscaldato a circa 190° C per 45-50 minuti.
Sfornate la torta e sformatela quando sarà fredda.
Cospargetela con un poco di cacao amaro, per creare l’effetto vellutato.

824torta-ciocc-mele-menta-taglio'824torta-ciocc-mele-menta'

 

Annunci

24 pensieri su “Crostata after-eight con confettura di mele

    1. Grembiule da cucina Autore articolo

      La tua pasta col cacao è adattissima. Io ho dovuto mettere un po’ meno burro perché quello senza lattosio si scioglie più in fretta. Mi sono chiesta il perché dell’aceto, ma l’ho messo comunque

      Mi piace

      1. Grembiule da cucina Autore articolo

        Ne avevo vista anche una versione col vino bianco, poi ho pensato che fosse un pochino magra, dato che devo calare il burro, così ho optato per questa e ho fatto bene! Mi scuso per non averti citata chiaramente. E’ un perido un pochino teso (leggi tesi). Domani finiscono e si torna a respirare.

        Mi piace

I commenti sono chiusi.