Riso con verza e pancetta affumicata

3 novembre 2015

864riso-verza-pancetta'Converrete con me che ci sono tanti modi per cucinare il ris(ott)o e tutti presentano innegabili aspetti positivi.
Ho deciso di reinterpretare un piatto della tradizione contadina reggiana e, credo, di tutto il nord Italia: riso e verze.
Ho sostituito il lardo con la pancetta affumicata e ho dato una nota “nordica” col cumino e la birra.
Siccome a mia mamma non piacevano le minestre di riso in brodo, l’ho cucinato come avrebbe fatto lei: asciutto (come il riso asciutto con piselli…).

Ingredienti per 3 persone:

  • 240 g di riso carnaroli Curtiriso
  • brodo vegetale
  • 60 g di pancetta affumicata a dadini
  • una cipolla
  • 6 foglie di cavolo verza
  • un bicchiere da vino di birra
  • olio evo
  • sale, pepe e cumino
  • parmigiano-reggiano grattugiato

Portate a ebollizione circa 2 L di brodo vegetale e calatevi il riso. Calcolate 15 minuti di cottura dalla ripresa dell’ebollizione.

Intanto tritate finemente la cipolla.
Lavate e tagliate a sottili listarelle le foglie di verza.
Fate rosolare brevemente la pancetta con due cucchiaiate di olio,
Unite la cipolla, quindi la verza.
Bagnate con la birra e fate sfumare.
Aggiungete qualche cucchiaio di brodo di cottuta del riso, salate poco e unite pepe nero macinato e semi di cumino a piacere.
Fate cuocere e restringere.

A cottuta ultimata scolate il riso e versatelo nel sugo.
Unite una cucchiaiata di olio crudo e due cucchiaiate o più di parmigiano-reggiano.
Mescolate bene e servite.

Annunci

30 pensieri su “Riso con verza e pancetta affumicata

      1. Grembiule da cucina Autore articolo

        E chi non le ha. Ma ci sono delle variabili che ci legano o ci allontanano alle cose e ai cibi. La mia nonna Irma al mattino cuoceva il riso per alcuni dei suoi figli che non tolleravano il latte. Quel profumo mi è rimasto nelle nari.

        Liked by 1 persona

      2. giovanna

        Riso a colazione questa è davvero nuova per me!. ma qui si sa non c’è la tradizione , mia mamma non l’ha mai cucinato, ho cominciato io ad usarlo quando andavo alle medie, allora c’era il libro di applicazione tecniche con delle ricette, fra le quali il risotto alla milanese e da allora si è mangiato un po’ di riso a casa mia.

        Liked by 1 persona

      3. giovanna

        Come cambiano le usanze da nord a sud, qui la colazione di Pasqua prevedeva, fave e piselli fritte con le uova, erano le prime fave della stagione,una cosa leggerina, poi si pranzava nel tardo pomeriggio.

        Liked by 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...