Minestra di lenticchie

8 ottobre 2015

846minestra-lenticchie'Tempo fa avevo scritto che le lenticchie non sono tipiche della mia zona, tanto è vero che non hanno nemmeno un nome in dialetto.
Tuttavia, dopo che avevo già preparato questa minestra ho trovato una ricetta molto simile in un mio libro sulla cucina reggiana.
La differenza sostanzialmente è nel grasso usato. La tradizione prevede il lardo, mentre io ho scelto il più dietetico olio evo.

Ingredienti:

Preparate un battuto con cipolla, aglio, carota e sedano. Fatelo rosolare in tre cucchiai di olio evo e unite la patata sbucciata e ridotta a dadini.
Unite anche le lenticchie e il concentrato di pomodoro diluito in un bicchiere di acqua.
Aggiungete ancora acqua, finchè le lenticchie non saranno completamente immerse.

Portate a ebollizione e fate cuocere a fiamma bassa per circa mezz’ora. Le lenticchie devono essere cotte ma non sfatte.
Se la zuppa apparisse troppo asciutta aggiungete poca acqua per volta.
A fine cottura salate, pepate e lasciate insaporire ancora qualche minuto.

La versione reggiana prevede ovviamente di cospargere con abbondante parmigiano-reggiano grattugiato.

Annunci

25 pensieri su “Minestra di lenticchie

      1. ricettedacoinquiline

        Un attimo ho già fatto: la lenticchia ha tre grandi specie e quella diffusa in Europa è originaria della Grecia e dell’Asia minore. In Italia dicono sia diffusa un po’ ovunque, diventata famosa per capodanno dove si mangia col cotechino o lo zampone. Poi c’è tutto un elenco di dove si coltiva in Italia, ma conosco solo 3 posti sicuri senza doverci cliccare sopra

        Liked by 1 persona

  1. giovanna

    Sempre buone, pesavo che si usassero molto al nord, visto che si abbinano con lo zampone a capodanno, la mia versione è quasi come la tua, solo non ho mai messo le patate, daranno più cremosità immagino.

    Liked by 1 persona

    1. Grembiule da cucina Autore articolo

      Buonissima la zuppa di legumi. Mi ricorda un capodanno in Appennino con tantissima neve. In realtà c’era l’acqua gelata nei tubi del rifugio, la legna bagnata e gli stanzoni pieni di fumo. Ma c’era una luna piena che sembrava giorno!

      Liked by 1 persona

  2. Mi....semplicemente

    Nelle fredde giornate invernali, che sian lenticchie o fagioli non mancano mai nella mia tavola queste gustose minestre, e per le lenticchie la ricetta è come questa, senza lardo ma un buon olio….buona serata e buon inizio settimana

    Liked by 1 persona

  3. accantoalcamino

    Ciao Simona, a me e ello piacciono moltissimo le lenticchie, in questi anni si è aggregato anche suo zio e per Natale devo fargliene un pentolone. La prossima zuppa metterò anch’io la patata, come te, amo le zuppe “spesse” 🙂 Buona settiimana ❤

    Liked by 1 persona

I commenti sono chiusi.