Gobbetti con prosciutto cotto e panna

12 marzo 2016

652pasta-panna-prosciutto'Questa è una ricetta degli anni ’70, quando la panna imperversava in tutti i piatti.
A guardarla oggi, questa pasta non ha proprio un bell’aspetto, ma allora trionfava anche in cene importanti.
Dirò solo che è buona, ricca e calorica.
Confesso che il post langue da tempo, non volevamo finire su “Orrori da mangiare”.

Ingredienti per 3 persone:

  • 240 g di pasta corta
  • 200 ml di panna da cucina
  • 100 g di COTT – prosciutto cotto Pasini a cubetti
  • burro
  • parmigiano-reggiano grattugiato
  • un pizzico di dado granulare
  • sale e pepe

Mentre cuoce la pasta scaldate la panna con un cucchiaio di burro, un pizzico o un pezzetto di dado e sale q.b.
Unite il prosciutto cotto a dadini piccoli e con questa salsa condite la pasta scolata.
Cospargete di parmigiano-reggiano grattugiato, una macinata di pepe e servite.

Nota:
Quant’è un cucchiaio di burro? Sempre roba degli anni ’70!

Annunci

43 pensieri su “Gobbetti con prosciutto cotto e panna

  1. Dirigente di Famiglia

    Ma non è vero che è un orrore! E’ una pasta molto gustosa soprattutto per i bambini piccoli come mia figlia, che mangerebbero solo e sempre pasta! In aggiunta, per far mangiare loro un poco di verdura, si possono lessare dei piselli e ridurli in purea! Oltre a cambiare il colore che diventa verde primavera, mangiano anche un poco di verdura! Che ne dite amici?

    Liked by 2 people

    1. Grembiule da cucina Autore articolo

      Il colore migliorerà certamente. Io non ci penso perchè non ho bambini piccoli e soprattutto l’unico problema che ho con le verdure sono le montagne che devo mondare. Ne mangiamo davvero molta (mio marito anche a colazione)

      Liked by 1 persona

  2. Paola

    Confermo che ha un ottimo aspetto, e alla faccia delle mode, a me la panna piace molto in cucina … anche se purtroppo ne uso poca o niente per (ovvi) motivi dietetici. E poi si fa in un attimo, dici niente?

    Liked by 2 people

  3. vitaincasa

    A me sembra super-invitante questa pasta, e nella variante con i piselli diventa un condimento ancora molto popolare per i tortellini! Secondo me certi piatti non passano mai del tutto di moda! 🙂

    Liked by 1 persona

      1. ricettedacoinquiline

        Esatto. Un bel po’ di tempo fa ci scrissi un articolo, però il noce è ricordato come elemento malefico perché “sotto il sole e sotto il vento, sotto il noce di Benevento”, ovvero un luogo dove si riunivano le Streghe di tutto il modo per effettuare i sabba. Secondo la tradizione questo noce è stato abbattuto da San Barbato e lì fu edificata una chiesa a suo nome, anche se secondo gli archeologi questo noce si trovava da tutt’altra parte… Questa storia l’adoro, ci ho perfino preso un bel voto a un esame perché ho fatto il paragone tra le streghe di Benevento e quelle cinesi XD

        Liked by 1 persona

      2. ricettedacoinquiline

        Si! E soprattutto storie di spiriti, molto diffuse tra il 1400 e il 1800, poi sono arrivati gli occidentali e hanno fatto solo macelli… io adoro la storia! Infatti questo esame è stato uno dei miei preferiti (bellezza del professore a parte :P)

        Liked by 1 persona

I commenti sono chiusi.