Frittata al microonde

18 marzo 2016

954frittata microonde'Tra i miei libri di cucina, che non sono pochi, c’è un’opera in quattro volumi dedicata alla cucina a microonde.
Risale al 1988, periodo in cui sembrava che tutti avremmo cucinato a microonde ogni tipo di piatto.

Per quello che mi riguarda le cose non sono andate così, anche se il microonde è stato insostituibile per scaldare biberon e cucinare pappe (anche quelle del cane).
Ogni tanto riprendo i mano quei volumi, ma non ho mai trovato qualcosa che mi ispirasse.
Comunque ho provato a fare una frittata, non seguendo il libro, perchè proponeva un sistema troppo… troppo…

Ingredienti:

  • 3 uova
  • le foglie di un mazzo di ravanelli
  • le foglie di 5-6 carote
  • le foglie di un cipollotto
  • 3 cucchiai di parmigiano-reggiano
  • prezzemolo tritato
  • olio evo
  • sale, pepe

Tritate finemente tutte le foglie, mischiatele in una terrina che possa andare nel microonde e conditele con sale, pepe e un filo di olio.
Cuocetele alla massima potenza per 3 minuti, mescolando a metà cottura.
Sbattete bene le uova col parmigiano-reggiano, unite le verdure e un poco di prezzemolo.

Ungete leggermente una teglia adatta, versatevi il composto e fate cuocere per 5-6 minuti, comunque fino a quando la frittata non risulterà rappresa.
Il libro diceva di mescolare dopo 1 minuto di cottura e forse aveva ragione, perchè l’albume tende un po’ a depositarsi sul fondo!

Note:
Per un disguido, la foto è stata presa dal web.

Annunci

36 pensieri su “Frittata al microonde

  1. The Master Of Cook

    E’ vero, il microonde (come altri elettrodomestici) avrebbe dovuto rivoluzionare la vita nelle case.Per certi versi l’ha fatto ma non con la prepotenza della lavatrice.
    Secondo me perchè in pochi si sono mai interessati a capire come funziona, me compresto, e perche tra i modelli base e quelli evoluti c’è un abisso enorme.
    Io ne ho uno molto semplice con cui cucinare è difficile perchè la sua serpentina è sottodimensionata. Però per scaldare l’acqua del the è una bomba. eh eh eh
    La tua frittata mi dimostra una volta di più che nel microonde c’è potenziale.
    🙂

    Liked by 1 persona

  2. Il Salvadanaio di Super Mamma

    Il microonde da urlo l’ho sbolognato a mia sorella. Non è adatto a me. Non ci riesco, ma chapeau a chi riesce a sfornare di tutto.
    Sull’uso delle foglie di carote e ravanelli ti faccio ulteriori complimenti. Con le foglie di cavolfiore già mi sono convinta che in realtà di tematiche di risparmio (in cucina) ne devo ancora imparare tante. Con le foglie di queste altre versure mi hai surclassata, anche perché la frittata ha un aspetto ottimo!

    Liked by 2 people

  3. immacennamo

    Avevo fino a poco tempo fa il microonde lo usavo per scaldare il latte e biberon, basta una volta ho provato a sciogliere il cioccolato per fare un dolce si è rovinato tutto, ora si è rotto ma non lo ricompro più non fa per me!

    Liked by 1 persona

  4. giovanna

    Io sono al secondo, il primo era molto semplice, però riuscivo a cucinarci diverse cose, questo è un po’ più nuovo e lo uso tutti i giorni, ho imparato molto da mia figlia che ci fa di tutto, però la frittata non l’ho mai preparata, ci proverò.

    Liked by 1 persona

      1. Paola

        Ma io un po’ lo uso, per fondere burro o cioccolato, se faccio un dolce, o per cuocere qualche verdura se in quantità limitata. La frittata però non l’ho mai provata, mi sembra valga la pena a vedere la tua 🙂

        Liked by 1 persona

      2. Grembiule da cucina Autore articolo

        Mah! Forse vale la pena se si vuol fare poco odore. Anche io lo uso come fai tu. E’ che ogni tanto mi vien voglia di che dimostri la sua reale utilità. Comunque ho letto commenti molto confortanti. Direi che io sono nella media!

        Mi piace

  5. Lory

    Io cucino poco con il microonde,ho preparato alcune tortine in tazza buone e carine da vedere,lo uso più per scaldare o scongelare,questa frittata però mi ispira,buona serata Simona .)

    Liked by 1 persona

  6. stefano arturi

    ciao, sono stefano e sono arrivato al tuo blog da quello di la-cucina-di-vincenzo.
    io ho avuto un microonde quando avevo un ristorante e mi manca.molto sottovalutato. alcune cose vengono bene al MO: verdure, pesce, alcuni dolci al cioccolato cremosi/o quelli che si dovrebbero cuocere al vapore… comunque è molto utile in cucina io trovo, soprattutto nella fase preparatoria di alcuni piatti: le melanzane a fette possono essere prima passate al microonde per farle ammorbidire e poi in griglia oppure in padella con goccio olio: avrai melanzane simil fritte/carote, broccoli, finocchi, spinaci si cuociono molto bene al MO. la crema pasticciera, la cioccolata, besciamella.— purtroppo molti dei ricettari in giro sono datata, ma ultimamente è stato molto rivalutato e se ne trovano di ottima qualità, quelli a temperatura costante. leggi qui

    http://www.nytimes.com/2013/01/09/dining/microwave-cooking-is-more-than-just-reheating-your-coffee.html ma se interessa argomento consiglio anche di consultare modernist cuisine e chef steps….
    ciao stefano

    Mi piace

I commenti sono chiusi.