Crostata di pere con frolla al miele

12 aprile 2016

960crostata-pere-fetta'“Queste pere vanno, fai qualcosa!”.
Avevo pensato ad uno strudel, ma io non mi sono mai cimentata nella vera pasta strudel.
Pasta sfoglia non ne avevo, perciò ho pensato ad una crostata col ripieno dello strudel di pere.
Non è troppo dolce, come piace ai nostri amici, e si presenta bene.

Ho sperimentato una pasta frolla al miele che è davvero buona (soprattutto per i biscottini che ho fatto con i ritagli). Io ho usato il miele di acacia che è piuttosto fluido e si lavora bene. E poi perchè mi è rimasto quello.
Tra la frolla e la frutta, invece del classico pangrattato, ho messo dei biscotti secchi sbriciolati.

Ingredienti:
Per la frolla al miele:

  • 250 g di farina 00 debole
  • 120 g di burro
  • 100 g di miele
  • un uovo
  • un cucchiaino raso di lievito

Per il ripieno:

  • 50 g di biscotti secchi
  • 4 pere
  • una noce di burro
  • un cucchiaio di miele
  • un cucchiaio di grappa
  • un cucchiaino di cannella
  • 50 g di noci sgusciate
  • un cucchiaio di uva passa

Preparate la pasta frolla come siete soliti fare.
Io ho messo nel mixer il burro freddo, la farina e un cucchiaino di lievito, ottenendo un composto sabbioso che ho impastato col miele e l’uovo.
Non ho aggiunto limone o altri aromi, per non coprire il gusto del miele.
Una volta impastato mettete la frolla in frigo avvolta nella pellicola e dedicatevi al ripieno.

Mettete l’uvetta a macerare in una cucchiaiata di grappa. L’ideale sarebbe il distillato di pere, ma in casa mia quando c’è non c’è già più!
Sbucciate le pere e tagliatele a pezzettini piccoli.
Saltatele in padella con una noce di burro e un cucchiaio di miele.
Fate velocemente, per evitare che si formi troppo liquido.
Travasate in una ciotala per far raffreddare.
Unite l’uvetta col suo liquido, le noci tritate e un cucchiaino di cannella macinata.

Stendete 2/3 della pasta e rivestite uno stampo imburrato e infarinato del diametro di 24 cm.
Sul fondo distribuite i biscotti sbriciolati e poi il composto di pere.
Decorate la superficie con la pasta rimasta e fate cuocere in forno preriscaldato a 190° C per 40 minuti.

Annunci

44 pensieri su “Crostata di pere con frolla al miele

    1. Grembiule da cucina Autore articolo

      Comunque, se hai un miele solido, tipo millefiori, per renderlo fluido basta pastorizzarlo. Si mette il vasetto chiuso in una pentola di acqua senza arrivare all’orlo e si lascia sul fuoco basso fino a quando il miele non è sciolto. Una volta freddo non solidifica più. Mi ha insegnato un apicultore!

      Liked by 1 persona

  1. Paola

    Ciao, come mi incuriosisce questa sfoglia al miele! Certo a me non lo regalano, ma una volta ogni tanto si può fare. E anche i biscotti (forse, che pasta non me ne avanza mai 🙂

    Liked by 1 persona

  2. Paola

    Scusa! Non volevo essere indiscreta … anch’io lo prendo da un paio di produttori dell’Appennino ma, come penso per te, è piuttosto prezioso. Io preferisco tra tutti quello di castagno, che è diventato carissimo.

    Liked by 1 persona

    1. Grembiule da cucina Autore articolo

      Io sono fortunata, perchè il miele di castagno non è particolarmente amato in casa mia! 🙂 L’amico di mio figlio produce solo millefiori, acacia e tiglio, senza portare in giro le arnie al di fuori della sua azienda agricola che rimane in pianura.Purtroppo oltre ai problemi legati ai trattamenti agricoli e ai cambiamenti climatici (per esempio quando l’estate è troppo calda, le operaie non vanno a caccia ma restano a ventilare la regina), si e aggiunto un acaro che causa la caduta delle ali. Insomma sempre meno produzione e ovviamente prezzi in salita.

      Liked by 1 persona

I commenti sono chiusi.