Salvia pastellata e fritta

29 giugno 2016

993salvia-fritta'La ricetta della pastella per friggere le verdure è quella di mia mamma.
E’ scritta nel suo quaderno arancione.
In origine era per le melanzane, poi si è estesa ai fiori di zucca e in seguito ad ogni genere di cose da friggere.
Senza sale va bene anche per i fiori di acacia e di sambuco.
Quando ho finito di friggere i fiori di zucca, con quello che avanzava, ho fritto delle foglie di salvia della mia sfortunata pianta.

Ingredienti:

  • foglie di salvia lavate e asciugate
  • 3 cucchiai di farina
  • 2 uova
  • mezzo bicchiere di latte
  • sale e pepe (o altra spezia a piacere)
  • olio di semi d’arachide

Sbattete i tuorli d’uovo con la farina, unite gradatamente latte, sale e pepe.
Aggiungete gli albumi montati a neve e mescolate con delicatezza.
Immergete le foglie nella pastella e friggetele poche alla volta in olio bollente profondo.
Fatele scolare su carta da cucina e servitele calde.

Con questa dose di pastella si predara una montagna di foglie. Io avevo fritto prima 15 fiori di zucca, poi una quarantina di foglie di salvia e alla fine anche qualcosa per il povero Sirio.

Annunci

42 pensieri su “Salvia pastellata e fritta

  1. Caramello Salato

    Ho sentito dire che le foglie di salvia impastellate e fritte sono buonissime, purtroppo non le ho ancora provate, ma sono nella mia lunghiiiiiiiiisssima lista di ricette da fare 🙂 prima o poi farò anche quelle 🙂

    Liked by 1 persona

  2. Paola

    Non so friggere, proverò questa pastella d’antan, chissà che non faccia il miracolo. La salvia del mio giardino (condominiale) quest’anno ha foglie che sembrano bistecche

    Liked by 1 persona

  3. giovanna

    Le ho fatte circa un mese fa con un’altra pastella, la prossima volta proverò la tua, ho tanta di quella salvia che non so cosa farne, due piante che sono diventati fin troppo invadenti.

    Liked by 1 persona

I commenti sono chiusi.