Baguette dolce alle castagne

24 ottobre 2016

1004baguette-castagne-cioccolatoSono arrivate le prime castagne che per me saranno anche le ultime, ma sono comunque un bel sacco.
Il lavoro di preparazione delle castagne è piuttosto lungo. Le sbuccio, le lesso, tolgo la pellicina rossa e sono pronte per essere usate o congelate.
Il tutto deve essere fatto alla svelta, perchè queste castagne sono state raccolte nel bosco e non trattate e si guastano in pochi giorni.

Prendendo un po’ da Libera e dal suo strucolo e un poco da mia mamma, ho realizzato questo dolce adatto soprattutto per la merenda e la colazione.

Nooo!! La carta forno sporca!! Chiedo scusa, ma devo riciclarla più volte prima di farla finire nel secchio dei rifiuti “indifferenziati” smaltiti a pagamento 😦

Ingredienti:

  • 350 g di farina manitoba
  • 7 g di lievito di birra granulare
  • due uova piccole (molto piccole, io ho usato un uovo gigante a due balle)
  • 100 g di zucchero
  • 100 g di burro
  • mezzo bicchere di latte
  • un cucchiaino di malto
  • un pizzico di sale

Per il ripieno:

  • 100 g di polpa di castagne cotte
  • 25 g di mandorle
  • 25 g di cioccolato fondente
  • mezzo cucchiaio di cacao amaro
  • mezzo bicchierino di liquore al cacao
  • 2 bicchierini di latte

Fate sciogliere il lievito in 60 g di latte tiepido con un cucchiaino di malto e lasciate che si attivi, formando una gran schiuma.
Con 100 g della farina e il lievito attivato preparate una pasta morbida che lascierete lievitare fino al raddoppio, nel forno spento con la luce accesa.

Preparate il ripieno.
Tritate molto finemente nel mixer le mandorle col cioccolato a pezzettini.
Unite il trito al passato di castagne, bagnate col liquore, quindi aggiungete un po’ di latte, per ottenere una massa lavorabile.

Fate fondere il burro
Quando il lievitino sarà pronto, fate la fontana con la farina e ponete al centro tutti gli ingredienti.
Aggiungete un poco di latte solo se l’impasto risultasse duro.
Per ultimo unite il sale.
Io ho messo tutto nella planetaria e ho lasciato che impastasse per circa 10 minuti.
La pasta risulterà morbida.
Lasciatela lievitare per circa un’ora e mezzo in una ciotola, sempre nel forno spento con la luce accesa e coperta con un tovagliolo umido non a contatto.

Riprendete la pasta, stendetela sulla spianatoia infarinata in un rettangolo abbastanza sottile.
Spalmatevi sopra il ripieno, lasciando libera una cornice di un centimetro lungo i bordi.

Arrotolate delicatamente e sigillate le estremità.
Lasciate lievitare ancora per circa 20 minuti.

Nel frattenpo accendete il forno a 200° C.
Spennellate il dolce con un poco latte e infornate.
Abbassate subito la temperatura a 180° C e lasciate cuocere per 30 minuti.
Lasciate raffreddare e servite.
Una volta raffreddato conservatelo in un sacchetto di plastica.

Annunci

69 pensieri su “Baguette dolce alle castagne

  1. Fior di Sambuco

    A proposito, quella pasta dello strucolo è buonissimo anche per fare un pane dolce da colazione con l’aggiunta di uvetta o gocce di cioccolato, se preferisci: a me le gocce di cioccolato non fanno impazzire. Riciao.

    Liked by 1 persona

      1. Fior di Sambuco

        Ottima idea così replico come i settembrini: siccome ho ancora poca marmellata di fichi, ho messo il divieto di mangiarla perchè ello li aveva graditi 😉

        Liked by 1 persona

  2. Francesca

    Visto il risultato, direi che la carta forno sporca neppure si nota!
    Comunque fai bene a non sprecare, in fin dei conti la spazzatura già è tanta, ridurla come si può è doveroso 🙂
    Io uso dei foglietti sottili sottili di silicone, una invenzione geniale!

    Liked by 1 persona

    1. Grembiule da cucina Autore articolo

      Le castagne che si puliscono bene sono i marroni. Quelle per le caldarroste e per i proditti di pasticceria. Le mie sono castagne poverette; quelle che venivano usate per la farina e per le castagne secche. Ormai non le raccoglie più nessuno!

      Mi piace

  3. Paola

    Anch’io raccolgo le castagne nei boschi, quando posso, e uso la carta da forno più volte, se possibile (non avevo nemmeno notato che fosse segnata!). Simona, ti ho taggata, se hai voglia …

    Liked by 1 persona

I commenti sono chiusi.