Cheesecake di amarene

4 giugno 2017

Questa torta è l’ideale per chi ha tante amarene ma ha giurato solennemente di non fare marmellate, confetture, sciroppi o altre conserve.
Visto che quest’anno i merli e gli storni si sono dati appuntamento intorno agli alberi dei vicini, noi possiamo goderci le nostre amarene.

Ingredienti:
Per il fondo:

  • 250 g di biscotti secchi (io uso gli Oswego)
  • 150 g di burro

Per la crema:

  • 500 g di formaggio spalmabile (per noi Bene.Sì senza lattosio)
  • 100 g di zucchero
  • 100 g di panna da cucina (sempre delattosata)
  • 2 uova
  • due cucchiai di limoncello
  • una bustina di vanillina

Per il topping:

  • 500 g di amarene gia lavate e denocciolate
  • 120 g di zucchero a velo
  • 12 g di gelatina in fogli

Rivestite una tortiera col bordo apribile, del diametro di 24 cm, con un foglio di cartaforno bagnato e strizzato.
Mettete a bagno la gelatina in acqua fredda.
Mettete i biscotti in un sacchetto di plastica e schiacciateli col mattarello per ottenere delle briciole fini che impasterete col burro fuso.
Versate il composto nella tortiera e livellate e premete bene col dorso di un cucchiaio.
Mettete in freezer mentre preparate la crema.

In una terrina lavorate il formaggio e la panna con una forchetta, per ammorbidirle.
Unite lo zucchero, il limoncello e la vanillina, mescolate bene con una spatola, quindi aggiungete le uova uno alla volta.
Versate nella tortiera col fondo di biscotti e cuocete in forno preriscaldato a 180° C per circa un’ora e comunque fino a quando la superficie comincerà ad assumere un colore più dorato e al tatto risulterà elastica.
Scaldate a fiamma bassa lo zucchero a velo e le amarene ed unite la gelatina ammollata e strizzata.
Fate scogliere bene e lasciate intiepidire.
Versate il topping sulla torta e lasciate raffreddare in frigo per almeno 4 ore.

Per la decorazione, siccome non sono molto abile, mi sono limitata a posare delle amarene fresche e ancora integre nella gelatina che debordava.

Annunci

30 pensieri su “Cheesecake di amarene

  1. elisabettapend

    evviva la tua cheesecake, la porto sempre nel cuore perché è uno dei primi dolci che ho sperimentato e che ha aperto un varco e una fiammella di passione in me che adesso mi sta pure dando/cominciando a dare una minimissima indipendenza e libertà da mangiare (letteralmente, la famosa pagnotta, che anche questo insegna.) (in silenzio: TVB e zitta☠️)

    Liked by 4 people

  2. Paola

    La decorazione è perfetta! Dopo un dolce dolce, qualche amarena “nature” è quello che ci vuole per riequilibrare i sapori. Complimenti per il risultato e per il denocciolamento 🙂

    Liked by 1 persona

  3. StefanGourmet

    Da noi Le amarene ci sono solo in barattolo con sciroppo. Hanno un colore più scuro Delle tue. Molto buono questo cheesecake. Userei degli amaretti per il fondo, perché le ciliegie e le mandorle vanno bene insieme.

    Liked by 1 persona

    1. Grembiule da cucina Autore articolo

      Le amarene sciroppate diventano scure durante la lavorazione, soprattutto se si preparano in casa, ma anche le “amarene Fabbri” sono scure.
      Un tempo c’erano piante in tutte le case di campagna, ma erano considerate senza valore e lasciate soprattutto agli uccelli.
      Gli amaretti ci stanno bene davvero. Li ho provati in un’altra torta, una torta di riso e amarene.

      Liked by 1 persona

I commenti sono chiusi.