Crostata di albicocche

11 luglio 2017

La mia amica Elisa l’ha definita la tipica torta estiva.
Il modo di cucinare è cambiato molto negli anni. Questa, negli anni ’70, sarebbe stata una bella torta estiva, oggi è una torta rustica, di quelle che fanno ancora le nonne.
Però è sempre molto buona.

Ingredienti:
Per la pasta frolla:

  • 230 g di farina 00
  • 100 g di burro
  • 80 g di zucchero
  • un uovo
  • un cucchiaino di lievito in polvere
  • un pizzico di sale

Per la copertura:

  • 500 g di albicocche
  • 100 g di mandorle pelate
  • 100 g di zucchero
  • 30 g di farina
  • 30 g di burro
  • un limone

Per completare:

  • 2 cucchiai di succo all’albicocca
  • un cucchiaino di zuccero a velo

Preparate la pasta.
Mettete nel mixer il burro freddo a pezzettini e la farina setacciata col lievito.
Fate girare fino ad ottenere un composto sabbioso.
Mettetelo in una terrina e unite l’uovo, lo zucchero e il sale.
Impastate fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.
Avvolgetelo in pellicola e fatelo riposare in frigo per mezz’ora.

Snocciolate le albicocche, mettetene da parte 8 metà per la decorazione e tagliate a fettine il resto.

Imburrate e infarinate uno stampo a cerniera del diametro di 24 cm.
Stendete due terzi della pasta e foderate il fondo e in bordi della tortiera.
Disponete le albicocche sulla pasta.

Tritate finemente le mandorle  (tenetene da parte otto per la decorazione) con lo zucchero, la farina, il burro e la buccia grattugiata e un cucchiaio di succo di limone.
Incorporate il miscuglio alla pasta tenuta da parte e lavorate velocemente ottenendo delle briciole che spargerete un modo uniforme sullo strato di albicocche.
Decorate con le albicocche e le mandorle tenute da parte e infornate in forno preriscaldato a 190° C per 55 minuti.

Poco prima di estrarre la torta dal forno preparate uno sciroppo portando a ebollizione il succo con lo zucchero a velo.

Estraete la tortiera e, usando un pennello, cospargete la superficie con lo sciroppo.
Rimettete la teglia in forno spento ma caldo per 10 – 15 minuti.
Sfornate e fate raffreddare prima di sformare.

Nota: la ricetta è presa dal ricettario “I dolci si fanno così”, che ai miei tempi era Cameo, oggi si trova sul sito Paneangeli.

Annunci

23 pensieri su “Crostata di albicocche

I commenti sono chiusi.