Strudelini di pere e miele

4 ottobre 2017

Ho preparato questi dolcetti perchè abbiamo tante pere, ma anche perchè la pasta frolla piace sempre a tutti.
Ho usato la ricetta classica della mia adolescenza.

Ingredienti per circa 20 pezzi:

Per la pasta:

  • 250 g di farina 00
  • 125 g di burro
  • 125 g di zucchero
  • un uovo
  • un cucchiaino di lievito istantaneo
  • vanillina

Per il ripieno:

  • 3 pere
  • un cucchiaio di miele
  • una noce di burro
  • una spruzzata di cannella in polvere

Iniziare preparando il ripieno.
Sbucciare le pere, togliere loro il torsolo e tagliarle a cubetti molto piccoli.
Farli rosolare nel burro, aggiungere il miele, farlo scogliere e aggiungere la cannella.
Mettere il ripieno a raffreddare e intanto preparare la pasta.

Mettere la farina in una terrina adatta per impastare e aggiungere il burro freddo a pezzettini e, con la punta delle dita, ottenere una specie di briciolame.
Porre al centro lo zucchero, le uova, la vanillina e il lievito e impastare aiutandovi prima con una forchetta, poi con le mani.
Appena l’impasto sarà liscio e omogeneo avvolgerlo nella pellicola e farlo riposare in frigo.

Stendere la pasta in un rettangolo di 2 mm di spessore e di 15 cm di larghezza. Conviene tirare la pasta già sulla carta forno per agevolare il trasbordo sulla placca del forno.
Sulla striscia ottenuta porre il ripieno nel senso della lunghezza e chiudere a salamino senza arrotolare, ma sovrapponendo un po’ i lembi per evitare fuoriuscite. Sigillare le estremità.

Trasferire il salamino sulla lastra del forno e cuocere in forno preriscaldato a 180° C per circa 30 minuti. Controllare la cottura, perchè ogni forno è diverso.
Una volta cotto toglierlo dal forno e (mentre è ancora caldo e tenero) tagliare il rotolo in una ventina  di rotelle.
Una volta freddi spolverizzare di zucchero a velo.

Annunci

58 pensieri su “Strudelini di pere e miele

      1. Neda

        Stanno maturando adesso. Sono grosse e non ti so dire se questo è il loro nome corretto, le hanno sempre chiamate così dalle nostre parti. Sono succose e croccanti, dal sapore delicato.
        La mia è una pianta molto vecchia, ha più di cinquant’anni. Noi abbiamo un’altra pianta di pere molto vecchia come questa, fa piccole pere succose e dolci che maturano a metà luglio, poi ho una Kaiser Wilhelm rugginosa, una William bianca, una pera cotogna e una passa crassana.

        Piace a 1 persona

      2. Neda

        Anche il nostro frutteto, abbiamo circa una cinquantina di piante di vari frutti, in questi ultimi anni ha molti problemi: piante che muoiono, che si ammalano, frutta che si ammala o viene rovinata da insetti che non c’erano prima nella nostra zona.
        Il nostro piccolo mondo è cambiato, anche perché intorno alla nostra proprietà sono sorte tantissime abitazioni in questi ultimi anni.

        Piace a 1 persona

      3. Grembiule da cucina Autore articolo

        Non farmi pensare a tutto quel che è morto 😦
        Pesche, susine, albicocche, cigliegi, cachi. Ora si stanno seccando anche i noci e non solo a casa nostra. Le nocciole sono vuote e i fichi maturamo a 4 alla volta. Una tristezza.

        Piace a 1 persona

  1. @

    Riesci sempre a stupirmi, appena ritorno provo questa tua frolla: ello a il periodo “crostata con i fichi” 🙂 ! Per consumare il miele ecco: INGREDIENTI: 3 dl di panna fresca/ 100 g. miele a piacere (io ho usato quello d’arancio)/1 uovo intero e 4 tuorli
    PROCEDIMENTO: Montare la panna/scaldare a bagno Maria l’uovo intero, i tuorli ed il miele
    e montare tutto con la frusta/incorporare delicatamente alla panna. foderare con la pellicola uno stampo da plum cake o forme a vostro piacere, mettere sul fondo nocciole tritate (o noci)
    versare il composto, livellarlo, coprirlo con una pellicola. mettere nel congelatore per c.ca 3 ore;
    per sformarlo immergere il fondo nell’acqua calda per un attimo. rovesciarlo su un vassoio e decorare a piacere. ❤

    Piace a 1 persona

      1. @

        Da Milva c’è la raccolta dei fagioli 🙂 continua il relax, attivo 🙂 Le mazze le ho fatte ieri sera, impanate: ho macinato insieme al pane dell’impanatura un po’ di polvere d’aglio e prezzemolo fresco, una bontà. Buona giornata ❤

        Piace a 1 persona

  2. Paola

    Non ho problemi di esubero di frutta, anzi. La mia amica che ha un frutteto di mele meraviglioso, quest’anno ha raccolto pochissimo a causa di una gelata durante la fioritura. Erano le mie mele per l’inverno! Ma per questo strudel (dolce preferito da mio marito) prendo la frutta apposta. Anzi, giusto stamattina ho preso le mele dell’aism, fammi andare va 😉

    Piace a 1 persona

I commenti sono chiusi.