Crostata chiusa alle amarene

29 maggio 2018

“Qual è la manovra più significativa per non essere costretti a sprecare cibo?
Avere una dispensa e un frigorifero ben ordinati, così da sapere sempre la quantità delle scorte.”
(Da “Il gusto di non sprecare”).

Ogni tanto  devo fare un raid in cantina per controllare le riserve.
Ecco che riappaiono cose dimenticate, a volta per errore, a volte quasi di proposito.
Piccoli vasi occultati da ingombranti confezioni, strane scatolette dall’utilizzo incerto, conserve sperimentali…
Oppure due vasetti di amarene sciroppate 2013.
Meglio fare una torta.

Ingredienti:
Per la pasta frolla:

  • 250 g di farina 00
  • 130 g di burro
  • 100 g di zucchero
  • un uovo
  • una bustina di vanillina
  • un cucchiaino di lievito per dolci
  • un pizzico di sale

Per il ripieno:

  • 200 g di mandorle pelate
  • 70 g di zucchero
  • un uovo
  • 3 cucchiai di maraschino
  • un vasetto da 1/4 di amarene sciroppate

Preparate la frolla lavorando il burro freddo a pezzettini con la farina.
Unite l’uvo sbattuto con lo zucchero, la vanillina, il sale e il lievito.
Impastate brevemente, finchè l’impasto non sarà liscio e omogeneo.
Avvolgetelo nella pellicola e lasciatelo riposare in frigo.
Tritate finemente le mandorle, unte lo zucchero, l’uovo e il maraschino.
Colate le amarene conservando lo sciroppo.

Stendete poco più di un terzo della pasta e ritagliate un disco della grandezza del fondo della tortiera di 24 cm.
Appoggiatelo su di un foglio di carta forno e mettetelo da parte per la copertura.
Reimpastate gi avanzi e stendete un po’ più della metà sul fondo della tortiera imburrata e infarinata.
Dall’ultima porzione di pasta ricavate un rotolo lungo come la circonferenza dello stampo.
Appoggiatelo sulla base di pasta e formate un bordo alto circa tre dita.

Versate il composto di mandorle sulla base.
Distribuite uniformemente sul ripieno le amarene scolate
Ripiegate il bordo di pasta sul ripieno e pennellatelo con poca acqua.
Coprite tutto col disco di pasta messo da parte.
Forate anche questo con uno stuzzicadenti e infornate a 200 °C per 40 minuti.
Estraete la crostata, pennellate la superficie con lo sciroppo tenuto da parte e infornate di nuovo per circa 10 minuti.

Fate raffreddare prima di sformare.

Annunci

16 pensieri su “Crostata chiusa alle amarene

  1. Paola

    Ma grazie Simona! Che onore, addirittura citata! Vedi, il bello (?) di stare in un appartamento è che gli spazi dove nascondere le provviste sono limitati, niente del 2013 sarebbe sopravvissuto a casa mia, ma per banali motivi di spazio. Grazie poi dell’ottima ricetta 🙂

    Piace a 1 persona

    Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...