Liquore alle bacche di sambuco

17 luglio 2018

Io non amo preparare i liquori.
Se debbo essere sincera tutto quel traffico che dura un anno per l’altro, quell’agitare, quel cercare di correre dietro al sole non è niente in confronto al penoso momento del filtraggio.
Che sia tela da lenzuolo, filtro da farmacia o carta cucina… il liquido inizia a scendere, ma appena ti giri smette.

Ma queste scuse il consorte non le condivide e inizia ad aprile a guardare se ci sono le noci, se il sambuco ha i fiori e i prugnoli hanno legato.
Ed eccomi con le mie damigiane, vasi e vasetti e vasoni.

Ingredienti:

  • 600 g di bacche di sambuco già mondate
  • 600 g di zucchero
  • un litro di alcol a 90°
  • un litro di vino bianco Malvasia dei colli di Scandiano
  • quattro chiodi di garofano
  • un pezzetto di corteccia di cannella

Lavate, asciugate e sgranate il sambuco, quindi  stendete le bacche su un telo ad asciugare al sole per un giorno.

Il giorno successivo pesate la quantità necessaria (asciugandosi calano un po’), ponete le bacche in un vaso di vetro a chiusura ermetica, unite l’alcol, la cannella e il garofano.
Mettete il vaso al sole e lasciate in infusione per 40 giorni agitando ogni giorno.

Trascorso questo tempo filtrate attraverso un telo a trama stretta.
Fate sciogliere a freddo lo zucchero nel vino bianco, unite il succo di sambuco e lasciate riposare per almeno 2 mesi prima di filtrare nuovamente e imbottigliare.

Annunci

22 pensieri su “Liquore alle bacche di sambuco

  1. Neda

    Ho due belle piante di sambuco nero, venute su spontaneamente e ormai belle grandi e
    forti. Con i fiori faccio le frittelle, passandoli nella pastella e friggendoli, ma non ho mai usato le bacche che lascio ai merli. Sbaglio o le bacche di sambuco sono lassative? Mantengono la loro caratteristica anche come liquore?

    Piace a 1 persona

    1. Grembiule da cucina Autore articolo

      Se devo essere sincera io non sono un buon soggetto per giudicare i lassativi. Con le bacche di sambuco faccio anche marmellate e topping per dolci e naturalmente faccio almeno una volta di frittelle coi fiori! Però, forse preferisco i fiori di robinia per le frittelle.

      Piace a 1 persona

  2. giovanna

    che bel lavoro!! sai che qui non cresce, l’ho vedo sempre quando andiamo in giro lungo i bordi delle autostrade, però non so mai se è buono ho sentito che c’è né un tipo velenoso ed ho sempre paura a raccoglierlo.

    Piace a 1 persona

  3. Paola

    Non riesco a decidermi a usare il sambuco, ho troppa paura di confonderlo con la pianta così somigliante e tossica. Pensare che ci aveva provato tanto Libera a insegnarmi … ne sai nulla?

    Piace a 1 persona

    1. Grembiule da cucina Autore articolo

      Ma io di questa pianta pericolosa non so niente. Ho sempre usato il sambuco del mio giardino senza patemi anche se sotto la supervisione del nostro amico agronomo. Non so se tu e Giovanna parlate della mortella, ora mi farò degli scrupoli.
      Purtroppo di Libero non so più nulla da diverso tempo. Lei è una persona estremamente sensisibile e molto complicata, io invece sono una sempliciotta abituata a parlare con la gente cercando di sdrammatizzare. Spesso l’ho offesa profondamente senza rendermi conto di come succedesse e ormai è passato quasi un anno dalla sua ultima mail. Spero che tutto le vada nel modo migliore.

      Piace a 1 persona

I commenti sono chiusi.