Archivi tag: gratinatura

Cavolfiore gratinato con uovo e formaggio

11 gennaio 2016

890cavolo-gratinato'Non tutti i cavolfiori sono turgidi e compatti con le cimette che non si sa bene come staccare.
Quelli che mi ha mandato il generoso vicino sono un po’ piccolini e sembrano dei bei mazzi di fiori, coi capolini ben distinti.
Continua a leggere

Cavolfiore gratinato con salsa Mornay

22 ottobre 2015

709cavolo-gratinato'La salsa Mornay l’ho preparata per anni ignorando la sua vera identità.
Anche oggi, in realtà, non ho fatto altro che aggiungere un uovo e del parmigiano-reggiano alla besciamella avanzata dalla preparazione delle lasagne.
Continua a leggere

Verdesca gratinata

27 settembre 2015

825verdesca-gratinata'Io sono una di quelle donne di mezza età che hanno sempre un paio di occhiali al collo.
Peccato che a volte sia convinta di vederci abbastanza senza inforcarli.
E così l’altro giorno al supermercato ho comprato una confezione di verdesca convinta che fosse ventresca.
Continua a leggere

Filetti di branzino gratinati al dragoncello

31 maggio 2015

744branzino'Da noi c’è un modo di dire che mi dipinge alla perfezione: “Un sà gnìnto”.
In fatto di pesci io sono veramente ignorante.
Per questo, quando l’altro giorno sono andata in pescheria, in preda all’ansia per un’esigenza improvvisa, mi sono affidata all’addetto con troppo fiducia.
Continua a leggere

Filettini di sgombro gratinati

21 novembre 2014

560sgombro-gratinato'Il fatto di non cucinare mai pesce mi mette in grande soggezione e mi impedisce di imbarcarmi in piatti importanti, con pesci costosi.
Oggi ho comprato, per 5 euro, mezzo chilo di filetti di sgombro già puliti e deliscati.
Erano belli freschi, senza scarto, un po’ di lische residue le ho eliminate dopo aver inforcato gli occhiali.
Ho scelto una preparazione assai semplice, perchè mi sembrava adatta ai pescetti in oggetto.

Continua a leggere

Foglie di cavolfiore gratinate

5 febbraio 2014

65cavolo-gratinatura''Insomma, cavolo. Non è proprio cavolo. Sono le foglie del cavolfiore, quelle che, se vi servite in un negozio tipo “boutique dell’orto”, vengono strappate e gettate con spregio, naturalmente dopo la pesatura, lasciandovi nel sacchetto un affarino che così piccolo non l’avreste potuto trovare neanche nell’orto biologico che teneva mia mamma dietro casa. Continua a leggere