Crostata meringata di uva spina

18 luglio 2015

779torta-uva-sipna'Erano tanti anni che non mi imbattevo nell’uva spina. I ragazzi non l’avevano nemmeno mai assaggiata.
La signora Camilla ne ha tantissima e me ne ha regalato un bel cestino.
Ne ho fatto una torta che è risultata molto buona.

La ricetta l’ho presa dal blog Cuoche dell’altro mondo, ma ho dovuto apportare qualche variante, soprattutto perchè, in periodo di diete, non potevo preparare una torta al martedì.
Ho quindi cotto l’uva spina con un poco di zucchero ottenendo una specie di composta che ho comunque conservato in frigo.
Senz’altro la ricetta originale è più buona, perchè l’uva spina è molto aspra, ma anche molto dolce e non avrebbe bisogno di aggiunte di zucchero.
Questa è la mia versione.

Ingredienti:
Per la composta:

  • 350 g di uva spina
  • 100 g di zucchero

Per la base di frolla:

  • 250 g di farina
  • 100 g di zucchero
  • 125 g di burro (io s/l)
  • 3 tuorli
  • un cucchiaino raso di lievito istantaneo

Per il meringaggio:

  • 3 albumi
  • 100 g di zucchero
  • 80 g di mandorle
  • per finire
  • 30 g di mandorle a lamelle

Preparate la composta.
Lavate i chicchi di uva spina e fateli asciugare al sole, quindi mondateli eliminando i piccioli e le puntine.
Metteteli in un pentolino senza tagliarli, aggingete lo zucchero e fate cuocere per una ventina di minuti.
Accendete il forno a 180° C.

Preparate la pasta frolla.
mpastate la farina con il burro freddo a pezzettini fino ad ottene una massa sabbiosa, unite gli altri ingredienti e impastate velocemente con la punta delle dita.
Formate un panetto, avvolgetelo nella pellicola e fatelo riposare in frigo per 30 minuti.
Foderate con essa uno stampo a cerniera del diametro di 24 cm creando un piccolo bordo.
Spalmate il fondo con la composta di uva spina e infornate per 20 minuti.

Intanto tritate finemente le mandorle intere.
Montate gli albumi con lo zucchero e unite delicatamente le mandorle macinate.

Trascorsi 20 minuti di precottura estraete la torta dal forno e distribuite la meringa sulla superficie.
Cospargete con le mandorle a lamelle e infornate ancora per 25 minuti.
Toglietela dal forno e lasciatela raffeddare prima di sformarla.

Attenzione alla meriga, che è sempre molto fragile.

23 pensieri su “Crostata meringata di uva spina

      1. ricettedacoinquiline

        Maledette meringhe >.> appena a casa mamma trova l’uva spina, dovrò provare a farla! Casomai proprio con la supervisione critica di mamma xD

        Piace a 1 persona

    1. Grembiule da cucina Autore articolo

      Grazie. Io ho usato il burro senza lattosio, ma presto (quando farà un po’ meno caldo, spero) devo provare ad usare la margarina, l’olio e pure lo strutto, che da noi un tempo usava moltissimo. Basta trovare quello bianco, filtrato che non sa di ciocciolo.

      Piace a 1 persona

      Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...